La Rete delle donne per la rivoluzione gentile si riunirà in assemblea a l’Aquila l’11-12-13 novembre, in relazione e con l'ospitalità dell'Associazione di donne Terre Mutate.

Ma cos'è la Rete delle donne per la rivoluzione gentile?  Un movimento erede dell’esperienza delle donne pugliesi che, con forza e determinazione, si sono battute nella loro regione per ottenere il diritto di scegliere il candidato governatore attraverso le primarie.

Fin dalla nascita, un anno e mezzo fa, la Rete si è posta l’obiettivo di dare valore nel nostro Paese al pensiero e alle proposte delle donne, alla loro visione del mondo e dei rapporti umani, alla loro concezione dell’economia e del welfare. Da tutto ciò è nato il manifesto, visionabile sul sito: http://www.rivoluzionegentile.it/il-manifesto-della-rete, dove, fra le altre cose, si dice:

Da donne vogliamo incidere profondamente con la nostra politica e con il nostro sentire, vogliamo recuperare esperienze concrete, buone pratiche di tanti territori e regioni, valorizzarne i contesti in una reciproca contaminazione.
Ci siamo incontrate e abbiamo deciso di lavorare insieme affinché il nostro Paese possa ispirarsi all’esperienza e all’autorevolezza che deriva dal sapere delle donne. Il nostro desiderio si concretizza in un modo di partecipare fatto di intrecci e di esperienze comuni che ci vede protagoniste.

Per proseguire questa condivisione e partecipazione, questa contaminazione, è stata organizzata l'Assemblea di l'Aquila, scegliendo quindi come luogo anche simbolico del cambiamento una terra mutata. Così come le donne di l'Aquila sono state protagoniste di una ricostruzione dopo una violenza, così le donne della Rete intendono esserlo:
La violenza sulla natura si ripete nella violenza sulla persone, sulle più fragili. Aggredisce i bambini, gli anziani, i malati, i migranti. Prevale il modello della gara: violenza che riproduce violenza, e fa trionfare il lupo, l’individuo proprietario, artigli e unghie insanguinate contro la folla solitaria. La violenza colpisce le donne, i corpi delle donne.  L’amore, le lacrime la solidarietà, gli affetti soccombono. L’umanità grida. Siamo qui  anche per questo, Amanti della vita, della sua cura.

Calendario Donne per la rivoluzione gentile - 2012

A l'Aquila le donne che converranno da tutt'Italia si riuniranno in gruppi di lavoro per discutere e proporre nei seguenti ambiti tematici: Democrazia incompiuta, Lavoro e welfare, Ambiente, Donne e violenza di genere, Cultura e agenzie educative, Legalità, giustizia e laicità. Le proposte definitive verranno poi presentate ai segretari dei partiti di sinistra accompagnandole con la pressante richiesta di inserirle nei loro programmi elettorali.

Dunque partiamo da L'Aquila per cominciare a ricostruire il nostro Paese attraverso l’apporto delle donne, la loro intelligenza e la loro energia, per incamminarci verso un futuro diverso.

Per autofinanziare questa e altre iniziative, anche dell'Associazione Terre Mutate, la Rete delle donne per la rivoluzione gentile ha realizzato un calendario da tavolo che racconta attraverso le immagini fotografiche unite ad alcuni punti salienti del Manifesto quello che è stato un giorno importantissimo per tutte le donne d'Italia: il 13 febbraio del 2011.

Per tenerlo presente ogni giorno!

Il calendario potrà essere acquistato a l'Aquila durante l'Assemblea o tramite il sito della Casa Editrice Mammeonline.

Sul sito dell'Assemblea di l'Aquila troverete invece tutte le informazioni sul programma, il Manifesto della Rete e la scheda di adesione per partecipare a l'Aquila, oltre alle informazioni pratiche su viaggio e pernottamento.

 

Ritratto di Redazione

Posted by Redazione

La Newsletter di Mammeonline
mammeonlineLa community di Mammeonline

Cuciniamo: blog di ricette e racconti in cucina